icons60x60 bianco contr fdo perduto

Adeguamento ambienti di lavoro – 60% a Fondo Perduto

Fino a € 48.000 per gli interventi e gli investimenti necessari a far rispettare le prescrizioni sanitarie (COVID-19)

Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro

Ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico, nonché ad associazioni, fondazioni ed enti privati, anche del Terzo settore, è riconosciuto un credito d’imposta pari al 60% delle spese sostenute nel 2020 per l’adeguamento degli ambienti di lavoro.

Tali spese consistono negli interventi necessari per far rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19.

Sono compresi gli interventi edilizi per il rifacimento di spogliatoi e mense, per la realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni.

Sono agevolabili anche gli investimenti in attività innovative, compresi lo sviluppo o l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento del lavoro, nonché l’acquisto di apparecchiature per il controllo della temperatura.

F.A.Q.

Chi sono i beneficiari?

Le attività aperte al pubblico (es. bar, ristoranti, alberghi, teatri, cinema, ecc.)

Chi sono i beneficiari?

Quali investimenti sono agevolabili?

Quelli necessari per la riapertura in sicurezza, inclusi gli investimenti per consentire lo smart working.

Quali investimenti sono agevolabili?

Quali sono le tempistiche?

Il credito può già essere richiesto e sarà utilizzabile a partire dal 1° gennaio 2021.

Quali sono le tempistiche?

Quanto è possibile richiedere?

Possono essere richiesti fino a € 48.000 (pari al 60% di una spesa massima di € 80.000).

Quanto è possibile richiedere?

Richiedi Informazioni